Della Torta Rosa per il compleanno di Gu

Scribacchiato da Giù 2015-05-28T09:00:00+00:00



In un mondo ideale mangerei solo dolci. Quando ho conosciuto Gu lui ha provato a dirmi che non li amava più di tanto, preferendo il salato, ma l'ho preso per uno scherzo simpaticissimo. Ovviamente, da quel giorno in poi, l'ho costretto a condividere un dolce alla fine di ogni cena.

Mi rendo conto, però, che se seguissi il mio gusto mi ritroverei a mangiare dessert dalla mattina fino alla sera e questo ci porterebbe prima all'obesità e poi alla tomba e io ho dei vestiti troppo belli per non poterli indossare. Cerco sempre, quindi, di trovare degli escamotage che rendano i dolci che preparo più leggeri, con meno zuccheri e grassi, ma porchi al punto da farmi venire voglia di mangiarne almeno tre porzioni.

Visto che questo è il primo compleanno di Gu che festeggiamo insieme, volevo preparare qualcosa con le mie mani, in modo che tornati dalla nostra cena potesse spegnere le candeline ed esprimere un desiderio. Un dolce che possibilmente non ci lasciasse spiaggiati, la torta rosa di compleanno è il risultato di questo proposito, a mia discolpa posso solo dire che io ci ho provato.

PAN DI SPAGNA

INGREDIENTI

6 uova fresche

180 gr. di zucchero

75 gr. di farina

75 gr. di fecola di patate

un pizzico di sale

RICETTA

Armarsi di pazienza, fruste elettriche e orologio alla mano e frullare per 20 minuti le uova e lo zucchero (e non fate i furbi, è questo passaggio che renderà mitico il vostro dolce). A quel punto dovreste avere un composto spumoso, di color giallo chiaro. La prova del nove è scrivere con le fruste sull'impasto se il filo di crema non affonda, beh, è perfetto!

Aggiungete la farina e la fecola setacciate, versandole a pioggia sull'impasto. Amalgamate il tutto mescolando con un cucchiaio di legno, con un movimento dall'alto verso il basso in modo da non smontarlo.

Versate l'impasto in uno stampo, meglio se con cerniera, imburrato e infarinato.
Livellatelo e passate a 150°, in forno preriscaldato per circa 40 minuti.
Io che amo fare le cose più complicate ho fatto tre impasti e tre infornate, NON IMITATEMI impiegherete il triplo del tempo e solo perchè io non riesco a tagliare le torte dritte!

Spegnete il forno e aspettate un quarto d'ora prima di sfornare il Pan di Spagna, in modo che si raffreddi gradualmente. Calcolare anche che si sgonfierà un po' poiché non contiene lievito, ma nessuna paura, sarà fantastico anche così!



CREMA ROSA

INGREDIENTI

800 gr di latte fresco (quello del banco frigo ça va sans dire!)

1 baccello di vaniglia fresca
la scorza di un limone (intera non grattugiata che poi va tolta)

8 tuorli a temperatura ambiente

200 gr. di zucchero

80 gr. di maizena

40 gr. di burro a temperatura ambiente

2 confezioni di lamponi

RICETTA

Scaldate il latte in un pentolino con il baccello e la scorza fino bollore, spegnete il fuoco e lasciatelo in infusione per circa 30 minuti, dopo filtratelo in un'altra pentola.

In una terrina mescolate i tuorli con lo zucchero e la maizena setacciata.

Rimettete il latte sul fuoco, scaldatelo, ma senza farlo bollire, unite i tuorli e lo zucchero. A fuoco dolce mescolare la crema finché non diventa della densità desiderata.

Una volta pronta, versare la crema in una terrina di vetro e continuare a mescolare per far scendere velocemente la temperatura, dopo 5 minuti circa aggiungere il burro mescolando finchè non si amalgama. Una volta intiepidita aggiungere i lamponi frullati. Se la crema non serve subito, un consiglio utile è quello di ricoprirla con il cellophane, in modo che non s'indurisca lo strato superficiale e rimanga perfettamente liscia.



DECORAZIONE

1/2 litro di panna fresca

2 confezioni di lamponi

una confezione di piccole meringhe

Tagliate in tre strati il Pan di Spagna, nel frattempo pregate a voce alta gli dei nei quali credete per farvi venire il taglio dritto.

Cospargete il primo disco con uno strato abbondante di crema e lamponi freschi, poggiate sopra il secondo disco e ripetete l'operazione.

Chiudete con l'ultimo disco e coprite la superficie con un ultimo strato sottile di crema.

Fate raffreddare la torta in frigo, una volta fredda, montate la panna in una terrina precedentemente raffreddata col ghiaccio (io aggiungo una bustina di panna fix per mantenerla soda, poi fate voi), ricoprire la torta di panna con l'aiuto di una spatola e decorate a piacere (io ho usato le meringhètte, anche perchè il risultato era davvero troppo rosa per un maschietto come Gu).

Lasciate raffreddare e poi fate come me e Gu: mangiate tutta la torta in tre giorni.