Di lasagne e carciofi

Scribacchiato da Gu 2015-04-07T17:46:00+00:00

Pensate a un cibo che vi piaccia da morire. Ok, a parte la pizza. Bene, avete pensato lasagna! Quando Giù e io ci siamo ritrovati a pianificare il menu pasquale per due, il pensiero è subito corso alla regina dei primi, visto che l'idea era quella di coccolarci con un piatto festivo e appetitoso.

Nel 1867 l'ingegnere napoletano Michele Esposito presentò al sindaco della città sotto il Vesuvio un progetto avvenieristico. Si trattava di un palazzo altissimo fatto in vetro e cemento la cui altezza avrebbe sovrastato tutta Napoli. Il progetto venne rigettato e l'uomo che avrebbe inventato il primo grattacielo non passò alla storia. In compenso sua nonna decise di consolarlo ideando un piatto che omaggiasse la sua creazione: un palazzo di sfoglie di pasta abitate da polpette, mozzarella, sugo, besciamella, pezzi di salame e mortadella, piombo e alcuni gatti del quartiere. Era nata la lasagna.

Lasagna appena sfornata

Per rispetto dei nostri trigliceridi, già messi a dura prova dal tour-de-force chiamato "vacanze pasquali", abbiamo scelto di realizzare una lasagna più leggera di quella tradizionale: lasagne bianche ai carciofi.

INGREDIENTI per quattro persone:

- 1 confezione di lasagne Sfogliavelo Rana
- 250g di scamorza affumicata
- 6 carciofi
- 3 porri
- 150g di parmigiano grattugiato
- Olio
- Sale
- Pepe

Besciamella:

- 1l di latte
- 100g di farina
- 100g di burro
Noce moscata

Prima che storciate il naso per la sfoglia industriale: Giù ha un fantastico Kitchen Aid usato per lo più per la preparazione di deliziose cupcake. Uno degli accessori che più vorremmo è quello per fare la sfoglia. Prima o poi entrerà in casa, ma fino ad allora abbiamo scoperto che le lasagne della Rana rivaleggiano con quelle fatte a mano dalle nonne. Basta non dirglielo per non farle piangere.

Di solito mentre cucino immagino di avere un pubblico e di essere un noto cuoco televisivo (sì, passando per casa potreste sentirmi dire in cucina "Ed ora, cari amici, un secondo sfizioso per i vostri bambini"). Preparo, quindi, piatti e terrine con tutti gli ingredienti pronti per essere cucinati e assemblati.

Strato di carciofi sulla lasagna

Tagliate la scamorza affumicata a dadini.
Lavate i porri e tagliateli a rondelle sottili.
Pulite i carciofi scartando le foglie esterne più dure e levando la peluria. Affettate quindi i cuori dei carciofi in listarelle poco spesse.

Prima di iniziare ad assemblare la lasagna (che è la parte più semplice), preparate la besciamella. Io ero molto in ansia temendo che uscisse grumosa, ma Giù mi ha tenuto per mano e mi ha dato tante carezzine mentre cucinavo, con il risultato che la besciamella era fantastica. Tagliate il burro a pezzi. Fatelo sciogliere in un tegame e aggiungete la farina setacciandola con un colino. Continuate a girare lasciando la fiamma a fuoco bassissimo.

A questo punto potete aggiungere a filo il latte sempre continuando a girare con una frusta o un cucchiaio di legno. Vi consiglio, prima, di riscaldare un po' il latte per rendere la preparazione più rapida. Continuate a girare fino ad aver raggiunto la consistenza voluta.

Lasagna nel forno. Sapeste che odore!


Aggiungete il sale e grattugiate la noce moscata a seconda del gusto. A me piace moltissimo, ma so che è velenosa e prima o poi mi farà secco.

Ungete una pentola antiaderente con un filo d'olio e rosolate i porri per qualche minuto. Aggiungete quindi i carciofi e fateli soffriggere per 10 minuti dopo averli pepati e salati.

Con i condimenti pronti, potete iniziare ad assemblare la lasagna. Prendete una pirofila in vetro e passate un leggero strato di besciamella per evitare che la sfoglia si attacchi. Aggiungete un primo strato di sfoglia e mettetevi sopra carciofi, pezzetti di scamorza e parmigiano. Ricoprite il tutto con uno strato di besciamella. Continuate così fino ad esaurire i condimenti. Sull'ultima sfoglia non aggiungete nulla, ma versate tutta la besciamella rimanente fino a coprire completamente la lasagna e la pirofila. Non abbiate paura di farla affogare, con la cottura verrà tutta assorbita!

Infine, spargete il parmigiano sul tutto.

Infornate nel forno già caldo a 180° per 45 minuti o finché il parmigiano non abbia formato una bella crosta gustosa e... buon appetito!